Investire Per Guadgnare

Un'obbligazione interessante

18.12.2020

WORLD BANK 12% - 15/03/23 ISIN XS179171414 IN LIRA TURCA

Molti storcono il naso riguardo alla Lira Turca ma, a mio parere, la situazione pensando al medio periodo e alla data di scadenza dell'obbligazione comporta pochi rischi e , anzi, potrebbe essere foriera di risultati gratificanti. 

L'obbligazione di per sè presenta vantaggi interessanti:

  • L'emittente è la World Bank, massima garanzia e massima solidità.
  • La cedola è del 12% per tre anni che al netto del rateo di interesse significa in 2,4 anni garantirsi il 28% circa di interesse
  • La tassazione, essendo un istituzionale, è pari al 12,5% anzichè il 26% applicato per i titoli corporate
  • Il prezzo è compreso tra 96 e 97 e a scadenza sarà pari a 100 consentendo di ottenere un ulteriore guadagno del 3-4% da aggiungere al 28% degli interessi
  • La lira Turca ha perso molto e si acquista ad un valore molto basso e il paese ha ottime prospettive.
  • E vendibile in ogni istante e la quantità minima è pari a 1000


LIRA TURCA: SITUAZIONE E PREVISIONI

La moneta, come mostra il grafico, ha perso molta (la salita che si vede è dell'euro rispetto alla lira turca) nell'ultimo anno e molto è dovuto ad elementi geopolitici. I cambiamenti in atto, la debolezza europea e lo spostamento del baricentro del mondo a oriente hanno creato le condizioni affinchè il leader turco Erdogan potesse muoversi liberamente per occupare spazi e acquisire vantaggi che, altrimenti, non avrebbe mai potuto ottenere. É, certamente, stato, e lo è tutt'ora, borderline e questo suo agire ha creato tensioni con vari paesi europei e asiatici , ancora in essere, che, comunque, gli hanno portato successi politici sapendo di dover pagare un prezzo finanziario.

Ha avuto l'appoggio del ricco Qatar e la non belligeranza delle potenze economiche del calibro di Cina, Russia e Usa, se non con sanzioni americane: è stata punita colpendo la sua moneta.

Strategicamente ha creato i presupposti per  un futuro da protagonista. Oggi, è il nuovo centro vitale del mediterraneo, controlla di fatto la Libia, ha occupato parte della Siria e ha partecipato alla guerra in asia centrale con accordi finali che le consentiranno di avere altri vantaggi.

É nella nato, ma ha rapporti stretti con la Russia sia per certe forniture che per i missili acquistatio oggetto di tensioni con gli Usa.

Ma, soprattutto, ha raggiunto l'obiettivo che le consentirà di diventare energeticamente indipendente dal 2023 grazie al programma di ricerca che le ha consentito di trovare importanti giacimenti di gas nel Mar Nero nella parte che le appartiene.

Economicamente, dopo le dispute sui tassi che hanno penalizzato notevolmente la lira turca, ha saputo mantenere un debito basso (solo il 35% del PIL) nonostante la pandemia e un 2020 che ha penalizzato l'economia.

La ripresaè già iniziata e nel 2021 avrà una buona crescita.

Nel frattempo, proprio nei giorni scorsi, ha incontarto l'esponente cinese con il quale ha ribadito gli accordi commerciali (sempre più importanti gli investimenti cinesi in Turchia) e ha concluso l'acquisto del vaccino del dragone.

Le aspettative, quindi, sulla lira turca sono sicuramente di ripresa per vari motivi. ecco gli elementi più importanti:

  • Potremmo avere ancora un anno di attesa che affinchè i tasselli politici di Erdogan vadano tutti al loro posto, ma è proprio per questo che oggi è ancora un'opportunità
  • La Turchia è oggi strategica per tutti avendo il dominio del mediterraneo.
  • Sta facendo accordi con chiunque senza pregiudizi, ci sta provando persino con Israele
  • Il debito è basso e l'economia è ripartita. Inoltre, ha una popolazione di quasi 100 milioni.
  • Fra un anno sconterà il fatto di diventare indipendente a livello energetico e questo farà fare un salto di qualità
  • Il dollaro sta perdendo terreno e se, da un lato, è difficile chepossa, a breve, essere sostituita come moneta principale nel mondo, è altrettanto difficile che il continuo maggior indebitamento possa consentire forti recuperi del dollaro; questo è un vantaggio per tutti i paesi emergenti e per le loro valute avendo un debito, seppur basso, espresso nella maggior parte in dollari.

Ultima considerazione è da fare considerando che , in euro, le obbligazioni sicure offrono un rendimento negativo, quelle a rischio offrono un rendimento inadeguato e inutile come investimento e un buon rendimento significa un forte rischio dell'emittente.

Le alternative sono poche. Questa è, comunque, la si veda un'opportunità.


Il rischio medio basso deriva dalla garanzia emittente e del conto capitale a scadenza. Inoltre, l'elevata cedola ammortizza una percentuale consistente di un'eventuale perdita valutaria.




RICORDIAMO SEMPRE DI SUDDIVIDERE IL PROPRIO PORTAFOLGIO DEDICATO AL RISCHIO IN MODO DA NON ESPORSI ECCESSIVAMENTE SU UN SINGOLO TITOLO.

Investire Per Guadgnare