Sell off da virus

21.12.2020

Paura per la variante del nuovo virus

Apertura in deciso ribasso delle borse europee.

La notizia giunta nel fine settimana dall'Inghilterra della variante del virus covid-19 rischia di mettere in discussione tutto l'iter intrapreso per un ritorno (sperato) alla normalità.

Nel momento in cui si era iniziato a distribuire il vaccino con la convinzione di sconfiggere il virus e di poter tornare ad una normalità che consentisse una ripresa economica sostenuta, ecco arrivare la variante che rimette tutto in discussione.

Paura che si torni a marzo, che si debba ricominciare da capo e che l'economia possa, nuovamente, subire un colpo che ora sarebbe letale per molte aziende e alcune economie; soprattutto quelle indebitate.

Come non bastasse, Bill Gates, in un'intervista rilasciata alla CNN dichiara che il virus durerà ancora un anno e mezzo.

Non entriamo nel merito del tempismo e dell'improvvisa comunicazione che portare a sollevare  dubbi e a porsi domande, ciò che conta, per quanto ci riguarda, sono gli effetti che si potrebbero avere sulle borse.

Stamattina inizio subito in forte sell off per gli indici azionari, cioè in perdita con vendita su tutti i comparti.

Si era già in una fase nella quale uno storno sembrava salutare e possibile; e se ne iniziavano a vedere alcuni elementi. Già venerdì il ribasso delle borse sanche se non forte dal punto di vista delle percentuali era stato realizzato con volumi in forte aumento a dimostrazione della situazione.

Ovviamente, per chi ha l'ottica del lungo periodo a 5 anni, se si dovesse realizzare una perdita consistente, potrebbe approfitarne, e sul ribasso acquistare a prezzi migliori.

Per chi non ha quest'ottica, dipende dall'evolversi della giornata. Se non dovesse rientrare, anzi dovesse peggiorare nel proseguo, sarebbe meglio realizzare in parte o tutto ciò che è long, mantenendo gli sgort in portafoglio) in attesa di verificare l'evoluzione e l'eventuale ritorno alla calma e ad una possibile soluzione del problema. In questi casi meglio limitare i danni-prdite e realizzare pochi guadagni piuttosto che trovarsi i difficoltà con risultati fortemente negativi e difficili da recuperare

Molto dipenderà anche dall'apertra di walls Street che rappresenta sempre il mercato di riferimento. I future attualmente, sono negativi. Vedremo oggi cosa ci aspetta.


Costruisci il tuo futuro con IPG