Investire Per Guadgnare

I numeri dell'economia sono volutamente falsati

15.12.2021

Pil, Disoccupazione e da gennaio anche l'Inflazione sarà falsata


Viviamo in un periodo (da anni oramai) di facciata, una facciata che presenta una realtà che non corrisponde alla verità. Una realtà costruita ad hoc per far sembrare ciò che non è. Oppure, per dirla filosificamete con Bastiat, una realtà fatta di ciò che si vede e ciò che non si vede; o meglio che non si vuole far vedere.
Ecco che allora si mette in scena una farsa teatrale a cui tutti partecipano perchè conviene. Coloro che dovrebbero denunciare il falso che, invece, scelgono il silenzio perchè più conveniente e i registi che si occupano, ogni volta, di escogitare qualcosa di creativo per sostenere, fino al crollo definitivo, l'incredibile che consenta di raccattare il più possibile (potere e denaro) finchè dura.
Ma guardiamo ai fatti:

in primo luogo da anni per sostenere un rapporto di indebitamento sempre più elevato si è manipolato il PIL trasformandolo da dato certo a dato incerto ad uso e consumo degli interessi che devono coprire. Quindi il PIL contiene al proprio interno un importo non documentabile realmente (in italia di circa 200 miliardi) attribuile fittiziamente al nero, alla corruzione, alla criminalità. Il tutto calcolarto arbitrariamente includendo o escludendo elementi a piacere. Certo se togliessimo questo importo il nostro rapporto debito/pil sarebbe ben superiore.
Poi abbiamo il tasso di disoccupazione. Sappiamo già di una disoccupazione che viene calcolata senza contare un numero di senza lavoro continuamente in aumento e ben consistente: coloro che non cercano più lavoro passando dalle agenzie e dalle iscrizioni al collocamente; coloro che non sono conosciuti. É, ora
mai, una massa, ma non rientra nei clacoli della disoccupazione.
Ma come se non bastasse adesso va di moda il metodo greco attuato dalla Spagna e auspicato indecentemente da Brunetta. Dato che l'economia non funziona e non è in grado (grazie alle politiche dissennate e criminali degli stati) di creare occupazione, allora la crea fittiziamente lo stato. Lavoro improduttivo, che deve ssere sostenuto dalla comunità e che non costituisce base per lo sviluppo, ma alimenta esclusivamente il parassitismo, l'ineffecienza e il declino senza speranza come ha insegnato la Grecia stessa che da dieci anni è alla fame. La Spagna ha truccato il suo dato sulla disoccupazione con inutili assunzioni statali di oltre 200.000 persone, ma in effetti gli ha persi in tutti gli altri settori: dipendenti privati, lavoratori autonomi e liberi professionisti hanno cali da vertigini. In effetti, è solo un'occupazione dopata, di facciata, che non rappresenta un reale sviluppo del paese che lascia un debito elevato in crescita, un deficit ancora peggiore e un'economia che cresce del 4,5% a fronte di
una decrescita di quasi il 10% nel 2020. E questo è ciò che si vede e ciò che non si vede. Dato che l'Italia non si trova in situazioni migliori Brunetta vorrebbe percorrere la stessa strada: operare a debito senza che sia produttivo e ,quindi, aumentandolo. Però potrebbe presentare una facciata accettabile, con dietro il nulla, ma presentabile con il silenzio assenso di tutti, con la grande presa in giro degli italiani e con la grande festa (nel breve termine) dei parassiti.
Ma oggi raggiungiamo l'apoteosi negli Usa che certamente farnno da esempio per tutti gli altri.

Abbiamo il problema dell'inflazione elevata ? Se aumentiamo troppo i tassi i debiti dei paesi sviluppati che sono al 450% del pil (dopato) sarebbero insostenibili ? Se non aumentiamo l'inflazione inficierebbe la ripresa e ridurrebbe eccessivamente i consumi?

Allora proviamo a cambiare i numeri. Se calcolandoli come sempre fatto la realtà che emerge è scomoda (l'inflazione crecscente) allora da gennaio 2022 cambiamo il metodo di calcolo. Il Bureau of Labor Statistics annuncia che i dati per le ponderazioni del CPI, da gennaio 2022, saranno calcolati in base alla spesa per consumi del bienio 2019-2020. E si punta al raffreddamento dell'inflazione. I mercati dovrebbero reagire.....ma fa comodo anche a loro e faranno finta di nulla come fanno da almeno un decennio. Lo spettacolo deve continuare.
Insomma, come diceva Pirandello, esistono tante realtà quanti sono coloro che credono di conoscerne una......e basta che siano assecondate.
Fino a quando continuerà questa sceneggiatura è difficile a dirsi, ma certamente, quando finirà sarà una tragedia di cui le persone non si rendono ancora conto, Ma d'altronde, la vita è fatta da ciò che si vede e ciò che non si vede. Gli accadimenti derivano da questo titolo di un bel libro.


Investire Per Guadgnare