Maggior volatilità con i democratici

09.01.2021

Modificate le aspettative dei mercati

I democratici di Biden vincono anche al senato e, al di là delle polemiche, nei fatti, si ritrovano un congresso totalmente dalla loro parte che gli consentirà di poter decidere senza compromessi.

Ed è questo il problema che si potrebbe concretizzare sui mercati; mercati, che nei prezzi, avevano già scontato un congresso diviso che avrebbe garantito lìinapplicabilità di politiche eccessivamente di sinistra che potevano minare il trend rialzista delle borse.
Il voto dell'altro giorno cambia radicalmente le prospettive. La mancanza di divisione e di contrappesi consentirebbe a Biden di fare una politica fiscale in 2 fasi: espansiva da una parte e penalizzante per i più ricchi e per le imprese.
Dall'altro lato l'aumento della spesa pubblica e dell'indebitamento potrebbe portare ad un ribasso del dollaro e ad un aumento dei tassi, che in una fase di crescita difficoltosa (il FMI ha ridotto le stime di crescita per il 2021) sarebbero deleteri per l'economia ancora in convalescenza e per i mercati.
E in questa situazione la volatilità potrebbere prendere il sopravvento e portare difficoltà economiche e finanziarie.
Se a questo aggiungiamo che nell'ultima riunione FED è emersa , a sorpresa, anche la possibilità di terminare, o iniziare a ridurre, il QE americano, ecco che gli elementi che portano dei dubbi sulle certezze che sembravano indissolubile fino a poco tempo fa spingono ad un ripensamento di quanto creduto fino ad ora. Se a questo aggiungiamo gli annunci di futurio lockdown il quadro diventa meno roseo di quanto si pensasse.
É facile che ci aspetti un periodo complicato e gennaio-febbraio potrebbero rappresentare i massimi dai quali iniziare una fase di distribuzione.
L'attenzione è d'obbligo, pronti ad intervenire. Sarà importante moitorare l'operato dell'amministrazione Biden e al direzione che avranno le politiche che implementerà.

Costruisci il tuo futuro con IPG