La fase di ribasso è all'inizio

30.09.2020

Ottobre sarà un mese volatile

Le crepe ci sono e i segnali sono indirizzati verso una mancanza di forza e di positività diffusa che possa far continuare il trend al rialzo.

I dati macro forniscono indicazioni contrastanti e di rallentamento del recupero. Il manifatturiero è migliorato, ma il settore automotive fatica e sta già rallentando. L'immobiliare è fermo e la domanda in calo, i consumi non sono soddisfacenti.

In  mezzo a tutto questo abbiamo le elezioni americane che, proprio adesso, per un mese, aprono i confronti tra i due candidati. Una campagna elettorale che sarà dura come non mai. E nel primo confronto di stanotte già le avvisaglie si sono viste. Con una possibile denuncia di brogli già ventilata da Trump.

In poche parole non è il momento di andare in acquisto long; le condizioni, le prospettive a breve e i prezzi attuali sconsigliano un allungo delle borse. Anche se, come sempre, accade il contrario: l'aumento della raccolta in fondi, proprio sui massimi di borsa, è indicativo.

Difficilmente avremo gli indici in caduta libera in assenza di eventi o notizie che cambino gli scenari e le aspettative attuali, piuttosto assisteremo ad un calo lento, ma continuo con possibili rimbalzi violenti come accaduto lunedì.

Al momento abbiamo una fase di storno fisiologico, salutare e necessario. Poi la concentrazione sugli Usa e sulle elezioni daranno la direzione futura.

Un altro elemento che potrà direzionare le borse sarà l'evoluzione sul virus. Nuovi lockdown porterebbero al ribasso, mentre un'eventuale soluzione aiuterebbe un rialzo.

In ottobre avremo anche le trimestrali con gli utili delle aziende e il pil visti con positività dai mercati che dovranno essere confermate.

Ottobre sarà un mese volatile e umorale, ma con una tendenza all ribasso con le elezioni Usa che potrebbero essere il vero cigno nero. Ne caso di impasse nella definizione del vincitore avremmo, certamente, un ribasso delle borse a doppia cifra.

Con qualche rischio, ma si potrebbe aprire qualche posizione su alcuni titoli al ribasso.  

Costruire il tuo futuro con IPG è semplice