Borse: rimbalzo tecnico

Dopo 10 giorni di discesa le borse prendono fiato

Dopo quasi 10 giorni di ribassi, un rimbalzo tecnico è fisiologico.

Ed è questo che sta accadendo all'inizio della settimana. Un calo deciso e poi si prende fiato con una risalita che non dovrebbe portare a nuovi massimi in Europa.

Un dato importante è rappresentato dai volumi. In questi 2 giorni di inizio settimana, durante i quali si è assitito ad una risalita degli indici e dei titoli, la risalita non è stata supportata dai volumi. L'aumento si è avuto con una media del 25%-30% in meno della media volumi su base settimanale, a dimostrazione che non vi è una forte spinta al rialzo e che, probabilmente, di rimbalzo si tratta.

Certamente, oggi, l'Italia, soprattutto, speculerà al rialzo per la nomina di Draghi nel quale si nutre la massima fiducia senza pensare molto a cosa verrà realmente a fare.

Ma la sensazione è che la risalita abbia vita breve; ci sono ancora margini per scendere ancora un pò. Poi si vedrà che altre politiche monetarie e di sostegno faranno le autorità che decidono attraverso la continua immissione di denaro anche l'andamento delle borse.

Guadagni  se  investi  in  ciò  che  è  sottovalutato

Ci sono delle buone possibilità per chi volesse rischiare con operazioni più speculative di entrare short (vendita allo scoperto) scommettendo sul ribasso su alcuni titoli azionari.

Eni e Thissenkrupp sono due possibilità short interessanti.

Hanno avuto una crescita inadeguata rispetto agli utili che non generano e, quindi, possono facilmente tornare a livelli inferiori rispetto agli attuali.


Cogli le opportunità. Inizia subito